Dubai

Quali sono le conseguenze della globalizzazione sulla struttura di una società?

Quali sono le conseguenze della globalizzazione sulla struttura di una società? http://www.visitdubai.com/it/articles/globalisation-and-company-structure 20161024T155509:636129213098128901 20161108T185410:636142280501470600 Affari e investimenti I mercati emergenti rappresentano un fattore chiave per le società internazionali che puntano ad un'espansione sul mercato globale, il cui successo può comportare la necessità di adottare modelli commerciali locali per superare le sfide a livello organizzativo e di leadership. Perché le società devono ripensare i loro piani aziendali globali quando decidono di espandersi.

I mercati emergenti rappresentano un fattore chiave per le società internazionali che puntano ad un'espansione sul mercato globale, il cui successo può comportare la necessità di adottare modelli commerciali locali per superare le sfide a livello organizzativo e di leadership.


Punti chiave


1. Cambiare il modello commerciale di una società per mercati emergenti come Dubai

2. Cosa accade quando le società decidono di espandersi a livello globale?

3. In che modo le società ripensano i loro piani aziendali globali


Le più importanti società internazionali vedono, senza alcun dubbio, il loro futuro nei mercati emergenti di Asia, Africa e America Latina.

Per questo motivo molte di loro hanno aperto uffici, e persino sedi centrali, fuori dai mercati sviluppati, scegliendo, come sedi, città di medie dimensioni, all'interno di paesi di economie emergenti.

Ma cosa accade alle società quando decidono di espandersi a livello internazionale?

Questa tendenza che vede le società impegnate in maniera sostanziale su questo fronte è già facilmente visibile a Dubai, dove l'accesso al bacino di consumatori di Africa, Asia meridionale ed Europa non ha rivali.

Molte delle società annoverate nella classifica Fortune 500 hanno stabilito la propria sede principale a Dubai, secondo le stime, si tratta di almeno il 70% delle aziende che fanno parte della classifica Fortune 100.

La scelta di Dubai come sede permette, a queste società, di essere a quattro ore al massimo di volo da mercati popolati da oltre due miliardi di persone.

in-article-Frits-van-Paasschen-Getty

L'ex Amministratore Delegato di Starwood Hotels, Frits van Paasschen, ha trasferito per un mese la sede principale del gruppo a Dubai, uno dei mercati di maggiore successo di Starwood, con l'obiettivo di far evolvere la mentalità aziendale in una direzione più globale.

"Siamo qui per immergerci in una delle regioni più dinamiche al mondo e per osservare le nostre attività globali da una prospettiva locale, incentrata su obiettivi ben precisi", ha sottolineato van Paasschen in un articolo dell'Harvard Business Review.

"Durante la nostra permanenza in città, Dubai servirà come punto di snodo per i nostri viaggi in Arabia Saudita, Kuwait, Kazakistan, Libano, Qatar e India,” ha aggiunto.

"Lo spostamento della sede ha come obiettivo quello di acquisire la mentalità di una società globale e, al tempo stesso, multi-locale".

Come per Starwood, il trasferimento di molte società globali verso i mercati emergenti in rapida crescita, come Dubai, rappresenta una buona strategia dal punto di vista commerciale.

Il Fondo monetario internazionale prevede che le dieci economie in più rapida crescita nel mondo quest'anno saranno quelle emergenti.

Ed entro il 2025, i paesi emergenti rappresenteranno, secondo le previsioni, metà della spesa per consumi nel mondo, pari a 25 mila miliardi di dollari.

Per il gigante dei servizi dell'industria petrolifera Halliburton, che ha aperto una seconda sede principale a Dubai nel 2007, la posizione della città ha rappresentato un fattore importantissimo per i propri piani di espansione globale.

"Eravamo una società americana che operava all'estero. Il mio obiettivo era di trasformare la Halliburton in una compagnia globale", ha dichiarato l'Amministratore Delegato David Lesar alWall Street Journal.

"Dobbiamo apparire ed agire come una società che opera a livello mondiale ed essere sintonizzati su questo approccio dal punto di vista culturale."

Tuttavia, come evidenziato da Martin Dewhurst, consulente McKinsey, che ha rivolto questa domanda a centinaia di dirigenti di impresa, l'ingresso nei mercati emergenti può rappresentare una vera sfida per le performance di una società.

Una sfida in cui, in definitiva, le aziende locali, con i propri marchi privati, potrebbero trovarsi in posizioni di vantaggio rispetto ai loro competitors globali.

Secondo lo stesso Dewhurst, per vincere questa sfida, i manager delle società globali dovrebbero prestare attenzione a diversi aspetti ricorrenti.

Attività commerciali

Dewhurst aggiunge: "Essere una società di tipo globale comporta vantaggi strategici, in quanto offre l'accesso a nuovi mercati e clienti, nuovi fornitori e nuovi partner, ma pone l'azienda davanti a sfide di tipo strategico. Mi riferisco, in particolare, ai processi di sviluppo della strategia aziendale e di gestione delle risorse che potrebbero non essere in grado di stare al passo con la crescente diversità in termini di mercati, clienti e canali."

All'atto pratico, la concorrenza locale, che non deve affrontare gli stessi complessi problemi di gestione interna delle società globali, riesce, spesso, a comprendere meglio il mercato locale e i bisogni dei suoi clienti.

Al centro della sfida di una società globale nei mercati emergenti vi è una tensione fondamentale tra locale e centrale, ossia quali aspetti gestire a livello locale e quali a livello centrale.

Il fulcro di questa tensione tra locale e globale è rappresentato da quelle che, in teoria, sono viste come funzioni centralizzate di una società globale, ossia risorse umane, gestione finanziaria e marketing, nei vari mercati.

Si tratta di aree in cui ci si aspetterebbe che una società globale abbia un vantaggio derivante dalle economie di scala, grazie a funzioni di back office condivise nei diversi mercati.

Ma, in pratica, spesso non è così.

Piuttosto che applicare competenze esistenti in queste aree, molte società si trovano a dover dare un'impronta locale alle attività di marketing, adattare i prodotti ai consumatori locali e, persino, a trasformare i programmi di ricerca e sviluppo.

Ad esempio, valorizzare al meglio il personale, globale e variegato, con livelli diversi di conoscenze e competenze, risulta difficile agli occhi di molti dirigenti d'azienda.

"Al contempo, molte società considerano l'impiego e lo sviluppo di talenti nei mercati emergenti come una grande sfida" continua Dewhurst.

Appena la metà dei dirigenti intervistati dallo stesso Dewhurst in 17 società ritiene di aver attuato una strategia efficace per "adattare i processi di assunzione, fidelizzazione, formazione e sviluppo per le diverse aree geografiche".

Secondo alcune stime, solo il 15 percento degli amministratori delegati delle società annoverate nella classifica Fortune 500 proviene da paesi diversi da quello in cui si trova la sede e spesso molti alti dirigenti non vivono nei paesi le cui economie produrranno vendite ingenti in futuro.

Le società come Starwood sembrano aver previsto molte delle sfide individuate dalla ricerca di McKinsey.

Il gruppo è leader globale nel settore degli hotel e resort di lusso, proprio come W, Sheraton, Westin e St Regis, e la promessa delle economie emergenti ne sta cambiando la modalità di gestione delle operazioni globali.

Secondo van Paassche: "La globalizzazione sta trasformando il modo di pensare delle società, facendo emergere un nuovo tipo di leadership. In un mondo "livellato", non dobbiamo più pensare ai concetti di centralizzazione o decentralizzazione."

"Lo spostamento delle nostre sedi sta aiutando a rilivellare la nostra società, aprendo la porta al dialogo, a decisioni più intelligenti e risultati migliori." A questi pensieri sulla globalizzazione, fanno eco le parole dell'Amministratore Delegato della Halliburton:

"Il mio ufficio sarà a Dubai, da dove gestirò le operazioni della società in tutto il mondo" ha dichiarato Lesar in una conferenza nel Bahrain.

"L'emisfero orientale è molto attento alle opportunità di esplorazione e produzione nel settore petrolifero. Incrementare le nostre attività in quest'area conferirà un maggior equilibrio al portafoglio globale della Halliburton."

Nonostante la flessibilità ed il successo di molte aziende internazionali, i problemi che le società devono affrontare nella loro trasformazione globale rimangono duraturi nel tempo.

SecondoDewhurst: "Per un numero sempre crescente di società, l'imperativo della globalizzazione diventa sempre più pressante. Ciò potrebbe comportare ulteriori sfide a livello organizzativo e di leadership di cui non siamo ancora del tutto consapevoli."

615
Italian Dubai Corporation of Tourism & Commerce Marketing
Scopri anche:
La Dubai Fountain Le meraviglie di Dubai
Danze di acqua e luce
Godetevi lo spettacolo della Dubai Fountain
Burj Al Arab Le meraviglie di Dubai
Burj Al Arab - L'hotel più lussuoso del mondo
Esplorate il Burj Al Arab
Madinat Jumeirah Le meraviglie di Dubai
La fortezza del lusso
Mangiate, fate acquisti e dormite al Madinat Jumeirah
Jumeirah Sole, sabbia e surf
Fate vostra questa spiaggia.
Visitare le distese di sabbia di Jumeirah Beach
Barasti Ballate per tutta la notte
Festasullasabbia
Intrattenimento sulla spiaggia da Barasti