Dubai
La storia di Dubai http://www.visitdubai.com/it/articles/history-of-dubai 20150804T052948 20161108T185402:636142280424907418 Storia e cultura

Come fa un piccolo villaggio di pescatori a diventare una delle città più frenetiche del mondo in meno di 50 anni? Ecco la storia di Dubai. 

Da umile cittadina marittima a metropoli moderna

Un umile villaggio di pescatori diventa una delle metropoli più emblematiche al mondo


Osservando l'odierna Dubai, una città che si allarga a macchia d'olio nel deserto, piena di torri scintillanti che ne fanno un vero monumento alla modernità, è difficile immaginare che tutto sia nato da un piccolo villaggio di pescatori. La scoperta del petrolio negli anni '50 e '60 del secolo scorso ha costituito un punto di svolta per lo sviluppo di Dubai, ma la città vanta in realtà una ricca storia cominciata secoli prima.


Dubai-history-heritage-sheik-zayed-road-(3) La storia antica di una regione desertica

Le radici di Dubai risalgono fino al 3.000 a.C. Il luogo in cui oggi sorge la città era occupato da una vasta palude di mangrovie, che verso il 3.000 a.C seccò, rendendo la zona inabitabile. Si ritiene che i primi insediamenti nella zona siano stati quelli di allevatori nomadi giunti nell'Età del Bronzo, che nel 2.500 a.C. sono già stanziali e coltivano una florida piantagione di palme da dattero, il primo successo agricolo nella zona.

Passano un paio di millenni dedicati all'agricoltura e, nel V secolo d.C., la zona che oggi chiamiamo Jumeirah e conosciamo per le sue splendide ville fronte mare diventa un caravanserraglio lungo la rotta commerciale che collega l'Oman all'attuale Iraq.

Il nome di Dubai appare per la prima volta in un documento scritto nel 1095, nel Dizionario Geografico del geografo arabo-andaluso Abu Abdullah al-Bakri. Il mercante veneziano di perle Gaspero Balbi visita la zona nel 1580 e cita Dubai (Dibei) per la sua produzione di perle.

In questo periodo gli abitanti della zona vivono di pesca, della raccolta di perle, della costruzione di imbarcazioni e dell'offerta di vitto e alloggio ai commercianti che passano da qui per andare a vendere oro, spezie e tessuti, tutti prodotti che anche oggi potrete trovare nei nostri suq.

La tappa successiva nella storia degli EAU si verifica nel 1793, quando la tribù dei Bani Yas prende il potere e si insedia ad Abu Dhabi, prendendo possesso di Dubai. Per una trentina d'anni si susseguono scontri per il controllo del territorio e numerose guerre tribali, che scoraggiano i commercianti stranieri dal passare attraverso il territorio, cosa che si traduce in un impatto negativo sull'economia locale.

In quest'epoca viene costruita la fortezza di Al Fahidi, che oggi ospita il Museo di Dubai, e i documenti provano che all'inizio del 1800 la città di Dubai era dotata di una cinta muraria. Le mura dalla parte di Bur Dubai partivano dal quartiere storico di Al Fahidi, costeggiavano la fortezza di Al Fahidi e terminavano presso il vecchio suq, mentre dal lato di Deira era cinta da mura la zona di Al Ras.

Nel 1820 l'Inghilterra negozia un trattato marittimo con i governatori locali, permettendo la riapertura delle rotte commerciali e la ripresa delle attività economiche.


Souks in Dubai Pesca, raccolta delle perle e commercio internazionale

Nel 1833 Maktoum bin Butti, della tribù dei Bani Yas, guida il suo popolo verso la Penisola di Shindagha, alla foce del Dubai Creek, dove si insedia e dichiara l'indipendenza da Abu Dhabi. Oggi, nonostante i tanti cambiamenti, è ancora la dinastia Al Maktoum che regna su Dubai.

Sotto la guida di Al Maktoum, Dubai comincia a crescere e nel 1894 il commercio viene ulteriormente favorito da nuove leggi che garantiscono l'esenzione dalle tasse agli immigrati, favorendo così l'afflusso di lavoratori stranieri e di commercianti indiani e pakistani, che si stabiliscono nella zona per approfittare delle eccellenti condizioni commerciali.

Benché il periodo veda un bel successo per Dubai, l'economia è ancora principalmente basata sulla pesca, sul commercio e sulla raccolta delle perle e quando, negli anni '50, in Giappone inventano le perle artificiali, la vulnerabilità dell'economia locale diventa lampante. La crisi economica però non dura a lungo e nel 1966 improvvisamente tutto cambia: a Dubai vengono scoperti i pozzi di petrolio.


La Dubai moderna

È lo Sceicco Rashid bin Saeed Al Maktoum a dare inizio allo sviluppo di Dubai, trasformando la città da un gruppetto di insediamenti sul Dubai Creek a un moderno centro portuale e commerciale.

Grazie al petrolio, lo Sceicco Rashid inizia a sviluppare le infrastrutture che servono a Dubai per diventare un grande polo commerciale. Il porto Rashid, il porto Jebel Ali, i bacini di drenaggio di Dubai, l'ampliamento del Dubai Creek e il Dubai World Trade Center sono alcuni dei progetti principali completati in quel periodo.

Consapevole del fatto che i giacimenti non sono infiniti, lo Sceicco Rashid è determinato a evitare la dipendenza di Dubai dal petrolio. "Mio nonno andava a dorso di cammello, mio padre andava a dorso di cammello, io guido una Mercedes, mio figlio una Land Rover, suo figlio guiderà una Land Rover, ma il figlio di suo figlio andrà a dorso di cammello", ripete lo Sceicco Rashid alla popolazione, spiegando che il petrolio non dura per sempre.

Nel 1971 nascono gli Emirati Arabi Uniti, per salvaguardare la prosperità della zona e garantire che le vaste ricchezze appena scoperte siano distribuite equamente. Ed è giusto dire che dal momento della creazione degli EAU nessuno ha voluto tornare indietro.

Questa leadership e questa visione del futuro hanno permesso agli EAU di portare avanti la costruzione di edifici ambiziosi e di progetti sociali e nel giro di appena mezzo secolo Dubai è esplosa, realizzando quei progetti grandiosi come il Burj Al Arab e il Burj Khalifa che oggi sono ampiamente associati al nome della città.

Il fatto più notevole di questa rapida crescita è che, principalmente grazie alla leadership lungimirante del governo, le infrastrutture costruite nel passato continueranno a far crescere la città. "L'impossibilità è un'illusione annidata nelle menti degli incapaci", ha affermato Sua Altezza lo Sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Vice Presidente e Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e Governatore di Dubai. E questa è l'idea che ha sostenuto la maggior parte dello sviluppo di Dubai, casa dello Spirito del Possibile.

È la vostra prima volta a Dubai? Scoprite le attrazioni da non perdere e scattate splendide selfie nei luoghi più fotogenici della città.

997
Italian Dubai Corporation of Tourism & Commerce Marketing

Booking Widget Title

Hotel Title

Flight Title

Scopri anche:
Pacchetto risparmio Offerte
Pacchetto risparmio
Risparmiate fino ad AED 225 con il pacchetto che include un giro turistico in bus di City Sightseeing Dubai e il safari nel deserto di Arabian Adventures
Fashion Forward 2016 (Season 8) Eventi
Fashion Forward 2016 (8ª edizione)
Fashion Forward torna con il top della moda
Seawing - Seawing a Dubai Avventura a Dubai
Seawing - Seawing a Dubai
Prenotate il vostro giro con Seawings
25% di sconto esclusivo per i tour sugli autobus hop-on/hop-off a Dubai Offerte
25% di sconto esclusivo per i tour sugli autobus hop-on/hop-off a Dubai
25% di sconto esclusivo per i tour da 24, 48 e 72 ore sugli autobus hop-on/hop-off a Dubai
Valleydez al Sunset Mall - Negozi di moda a Dubai Scoprite le boutique di Dubai
Valleydez al Sunset Mall - Negozi di moda a Dubai
Eleganza eclettica da Valleydez